1 2 3 4 5

sabato 20 ottobre 2012

Recensione: Firelight. La Ribelle di Sophie Jordan

Ecco un libro che consiglio a tutti di leggere: molto originale e veramente interessante che porterà una sana boccata d'aria fresca nelle vostre librerie!

Firelight. La Ribelle di Sophie Jordan

Titolo: Firelight. La Ribelle
Titolo originale: Firelight
Autrice: Sophie Jordan
Serie: Tilogia Draki n.1
Editore: Piemme
Collana: Freeway
Pagine: 336
Prezzo: EUR 9,90
ISBN: 9788856621150
Data di pubblicazione: 03/01/2012

Trama

Discendiamo dai draghi. Siamo dei mutaforma che hanno sviluppato la capacità di apparire umani per sfuggire ai Cacciatori. Viviamo nascosti nelle foreste remote, volando solo di notte, dispiegando le ali quando nessuno può vederci. Siamo Draki. Io mi chiamo Jacinda e sono il tesoro del mio branco, l’unica capace di soffiare ancora fuoco. Ma dopo aver infranto per l’ennesima volta le regole che proteggono la vita della nostra comunità, sono stata costretta a fuggire insieme a mia madre e mia sorella. Ci siamo sepolte vive in un’anonima cittadina, dove sono costretta a mantenere l’aspetto umano con il rischio di dimenticare la mia vera natura. Finché non mi sono ritrovata nella stessa scuola del mio Cacciatore. È possibile una simile coincidenza? Oppure questo bellissimo e pericoloso ragazzo non è quello che la sua famiglia vorrebbe far credere?

La mia opinione...
Ho finito questa notte il libro e il mio primo pensiero una volta chiuso è stato: perché non l’ho letto prima?
Ho trovato la storia molto originale e intrigante. Sebbene sia uno Young Adult l’ho trovato molto diverso dagli altri della stessa categoria.
Innanzitutto la protagonista. Non siamo di fronte ad una ragazza debole, fragile e che ha bisogno di essere difesa. Jacinda è forte ed appartiene a una razza che discende direttamente dai draghi che, un tempo, solcavano maestosi i cieli. E la razza di questa ragazza, quella dei draki, ha mantenuto tra le altre cose proprio questa caratteristica: quella di poter volare.
Quando per la prima volta ho preso questo volume in mano, pensavo che trattasse di mutaforma, cioè di uomini che si trasformassero in veri e propri draghi e invece mi sbagliavo di grosso. L’autrice ha saputo creare ex novo (o almeno io non avevo mai letto niente del genere) una nuova razza, dotandola di caratteristiche del tutto peculiari. Questi draki hanno, a grandi linee, una forma umana e subiscono una trasformazione molto particolare di cui però non voglio parlare per non rovinare la sorpresa a chi ancora deve leggere il romanzo.

Il romanzo comincia con la protagonista, Jacinda, che trasgredisce a una delle più importanti regole del clan in cui vive e con la madre che, per sottrarla alla punizione che intendono infliggerle, prepara “baracca e burattini” e scappa con le figlie, Jacinda appunto e la sua sorella gemella Tamra.
Ora sebbene quest’ultima sia felicissima di allontanarsi dal clan in cui è vissuta fino a quel momento, la nostra protagonista non prende molto bene la decisione della madre con cui, a partire da questo momento, entrerà più volte in conflitto.
Nella nuova città rincontrerà una vecchia conoscenza (anche qua non approfondisco per non fare spoiler) che la aiuterà molto a integrarsi e che le farà scoprire una nuova parte di sé.

Il libro mi è piaciuto moltissimo. Sia per come viene tratteggiata la razza dei draki e le varie sottospecie in cui si divide, sia per la storia d’amore che mi ha fatto venire il batticuore a mille, sia per i temi che tratta in generale.
L’autrice infatti affronta delle problematiche importanti secondo me, come l’integrazione di quello che viene considerato diverso, la lotta per affermare la propria personalità anche quando le persone più care desiderano far appassire o reprimere quella parte a te tanto cara. Jacinda in questo è un personaggio che amo moltissimo per la forza di volontà che mostra nell’affrontare le avversità, per come lotta per mantenere viva quella parte di sé che ama tanto ma considerata anche tanto scomoda per la realtà in cui si ritrova costretta a vivere.


Giudizio finale:

Cover originale

La trilogia Draki

1. Firelight, 2010  /  Firelight. La Ribelle, 2012
2. Vanish, 2011  /  Vanish. La Traditrice, 2012
3. Hidden, 2012

L'autrice
Sophie Jordan. Pseudonimo di Sharie Kohler, ex-insegnante d’inglese, già autrice di molti romanzi d’amore. Con il suo vero nome ha pubblicato per Simon&Schuster una trilogia paranormal romance con protagonisti dei licantropi, mentre per Piemme Freeway ha già pubblicato Firelight. La ribelle, primo titolo della trilogia draki.

Sito Ufficiale di Sophie Jordan 

5 commenti:

  1. Io l'ho adorato!
    Cè qualche clichè,ma in questo caso non mi è dispiaciuto!(visto il rocambolesco finale)non vedo l'ora di leggere Vanish :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penelope ciao! Scusa ma oggi ho fatto i due post a razzo e sono dovuta uscire di corsa e non ti ho potuto risp prima. Si Firelight finisce in un modo che lascia a bocca aperta :O Spero che vada tutto bene.
      Al momento sto leggendo Vanish. La Ribelle e anche qua ... grandi cose ci aspettano! *_*
      Diciamo che comincia proprio con il botto!!!! :-D

      Elimina
  2. Ma figurati!Non ti scusare!
    Mmmmm,mi metti l'acquolina in bocca :)

    RispondiElimina
  3. L'ho trovato davvero molto carino, infatti non vedo l'ora di leggere il seguito :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si! Anche il seguito è molto carino e originale!!!! Vedrai Daydream che anche Vanish non ti deluderà!!!! :-)

      Elimina

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.