1 2 3 4 5

venerdì 5 dicembre 2014

Quinta Tappa del Blogtour "Con un Poco di Zucchero" di Chiara Parenti


Buon pomeriggio a tutti!!!
Eccoci finalmente arrivati alla quinta tappa del cincilloso blogtour di "Con un Poco di Zucchero" di Chiara Parenti"
Se vi siete persi le tappe precedenti, no problem! Alla fine di questo post troverete il calendario con le future tappe nonchè i link alle tappe precedenti!
Sono veramente entusiasta di partecipare con il mio blog a questo blotour! Ho amato il romanzo di Chiara (potete trovare la mia recensione QUA) e sono felicissima di mostrarvi i manicaretti di cui Tata Katie e golosissima!
La nostra Tata infatti è vegetariana, ma decisamente golosa e per i suoi piatti preferiti si affida alle ricette del blog "Ricette Senza" della sua amica Chiara Pietrella, che insegna a preparare manicaretti gustosi, senza.... questo o quell'altro. Nel caso della Tata più cincillosa che ci sia, senza carne, ovviamente!

Cominciamo subito!!!

ANTIPASTO

Polpettine di ceci alle carote


Ingredienti:

450 grammi di ceci lessati
3 carote medie
mezza cipolla
3 cucchiai di amido di mais
farina di mais tostato q.b.
olio extravergine di oliva
sale
pepe

Preparazione:

Pulire e tagliare le carote a pezzetti e metterle a bollire in circa mezzo litro di acqua salata insieme alla cipolla intera. Quando le carote saranno morbide, lasciarle raffreddare bene e frullarle in un mixer elettrico insieme ai ceci (anch'essi freddi) utilizzando un po' del brodo di cottura fino ad ottenere un impasto cremoso ma compatto, aggiungere quindi il sale, il pepe e l'amido di mais. Formare delle polpettine e impanarle con la farina di mais tostato. Cuocere in forno già caldo a 180° per circa venti minuti.


PRIMO

Crema di cavolo viola


Ingredienti:

1 cavolo cappuccio viola piuttosto piccolo
400 grammi di fagioli borlotti lessati oppure 80 grammi secchi fatti rinvenire per una notte in acqua tiepida
2 patate
250 grammi di salsa di pomodoro
1 cipolla bianca piccola
1 carota
1 costa di sedano
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
qualche foglia di basilico
timo a piacere
sale
2 litri di acqua

Preparazione:

Tritare sedano, carota e basilico. Pelare le patate e tagliarle a pezzetti. Versare il tutto in una pentola, aggiungere il timo, l'olio di oliva e farlo rosolare. Nel frattempo lavare il cavolo, tagliarlo a listarelle e unirlo alle verdure insieme ai fagioli scolati. In un tegame soffriggere dolcemente la cipolla tritata, unire la salsa di pomodoro e proseguire la cottura a fuoco basso. Aggiungere alle verdure la salsa, l'acqua, il sale e cuocere per almeno tre ore (se usate la pentola a pressione basterà un'ora e mezza) dopodiché frullare tutto con il mixer a immersione. Servire calda con del pane bruscato (se non siete intolleranti al glutine!) e aggiungere un filo d'olio a crudo.


SECONDO/CONTORNO

Torta salata al riso filante


Ingredienti:

1 confezione di pasta sfoglia rotonda
100 grammi di formaggio di riso integrale (vegan)
1 cipolla rossa
2 cipollotti bianchi
1 carota tagliata a julienne
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale e pepe

Preparazione:

In una padella antiaderente fate scaldare 2 cucchiai di olio extravergine di oliva. Tagliate la cipolla e i cipollotti a rondelle sottili, unite la carota, salate, pepate e versate il tutto nella padella con l'olio caldo facendo andare il tutto a fuoco medio, aggiungendo acqua tiepida via via che le verdure si asciugano (per la cottura occorrono circa 15 minuti). Nel frattempo stendete la pasta sfoglia e sistematela in una teglia, e preriscaldate il forno a 175 gradi.
Versate le verdure sulla pasta sfoglia e unite il formaggio vegan, precedentemente tagliato a fette spesse mezzo centimetro.
Infornate la torta per 20 minuti e gustatela tiepida.


DESSERT

Dolcetti al limone


Ingredienti:

250 gr. di farina
100 gr. di margarina vegetale
100 gr. di zucchero
10 grammi di amido di mais (in 50 ml acqua)
buccia grattugiata di un limone grande o 2 piccoli
succo di mezzo limone
mezza bustina di lievito per dolci
zucchero a velo vanigliato q.b.
zucchero semolato q.b.

Preparazione

In un pentolino sciogliere l’amido di mais in 50 millilitri di acqua fredda. Mettere il composto sul fuoco mescolando fin quando si formerà una gelatina densa, quindi spegnere e lasciar leggermente raffreddare. Nel frattempo montare la margarina ammorbidita con lo zucchero, aggiungere il gel formato dall’amido di mais, il succo e la buccia di limone e infine il lievito per dolci e la farina setacciati impastando fino ad ottenere un panetto morbido. Avvolgere l’impasto nella pellicola trasparente e farlo riposare almeno un’ora in frigo.
Accendere il forno statico a 180° e dall’impasto formare palline grandi come noci. Passarle prima nello zucchero semolato, poi in quello a velo, e sistemarle su una teglia ricoperta di carta da forno lasciando spazio tra l’una e l’altra poiché in cottura lieviteranno. Cuocere i dolcetti in forno già caldo (ripiano centrale) per 15 minuti, quindi con una spatola passarli su una griglia per farli raffreddare.

NB: Appena tolti dal forno i biscotti saranno ancora molto morbidi, ma raffreddandosi troveranno la loro giusta consistenza.


Muffins al cioccolato


Ingredienti:

220 grammi di zucchero semolato
210 grammi di farina
100 grammi di fecola di patate
200 millilitri di panna vegetale di riso
80 grami di gocce di cioccolato fondente
60 millilitri di olio di semi di girasole
50 millilitri di latte di riso
1 bustina di lievito per dolci
3 grammi di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di estratto di vaniglia in polvere (o una bustina di vanillina)

Preparazione

In una terrina o nella coppa di un’impastatrice versare tutti gli ingredienti liquidi: panna vegetale, olio di semi e latte di riso. Mescolare bene quindi aggiungere lo zucchero, la vaniglia, il bicarbonato, la fecola e, infine, il lievito e la farina setacciati. Mescolare bene fino a formare un impasto piuttosto liquido al quale in ultimo andranno aggiunte le gocce di cioccolato fondente mescolando ancora leggermente.
Accendere il forno statico a 180° e versare l’impasto nei pirottini di carta, riempiendoli per non più di due terzi. Quando il forno avrà raggiunto la temperatura, cuocere i muffins nel ripiano centrale per circa mezz’ora, finché saranno dorati in superficie. Per essere certi che siano pronti, a fine cottura inserire uno stecchino al centro di uno dei muffin e verificare che estraendolo sia asciutto. Nel caso non lo fosse, cuocere ancora per qualche minuto.
Servire i muffins tiepidi o freddi.


E adesso passiamo la parola proprio a chi ha creato le ricette di questi succulenti manicaretti! *_*


Una breve presentazione

Chiara Pietrella nasce a Sarteano, in provincia di Siena, il 16 novembre del 1974. E' giornalista e attualmente, oltre ad occuparsi del progetto Ricette Senza, collabora con la Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia come direttore responsabile del periodico “Misericordie d’Italia” e con diversi enti in Toscana nel campo della comunicazione sia aziendale che sociale. Da molti anni si interessa di medicina alternativa, di cucina e di fotografia ed ha collaborato, all’inizio del nuovo “millennio tecnologico”, con DADA di Firenze, nello staff superEva, come channel manager dei canali tematici "salute e benessere" e "tempo libero" del portale, con responsabilità sia redazionali che di coordinamento dei collaboratori esterni. Oggi vive in provincia di Pisa, è sposata con Gianluca ed è mamma di Elena e Giorgio, due bimbi che forse non per caso adorano il cibo.
Al progetto Ricette Senza è approdata dopo un test da cui risultava intollerante a quasi tutti gli alimenti base della cucina italiana (olio d’oliva compreso!), costringendola a mettere in campo tutto il proprio ingegno culinario per ritrovare il sorriso.




Da dove nasce la tua passione per la cucina?
Dalla necessità, poi diventata virtù. Mia madre non ha mai cucinato e toccava a noi figli o a mio padre arrabattarsi in cucina. Così, per sopravvivere ad insaccati e formaggi ci siamo dati da fare. Fin da molto piccola provavo a fare le mie ricette preferite, tra cui il purè (la ricetta di mia madre che però, appunto, non cucinava era senza latte), ma ovviamente gli esperimenti non sempre riuscivano ed essendo la più piccola ero quella che a cui venivano peggio. Così da quel momento mi fu appiccata l'etichetta della "negata in cucina" in favore di mia sorella, che con i suoi quattro anni di più sfornava manicaretti di tutto rispetto. Direi che oggi mi sono riscattata! ^_^

Quando e com'è nata l'idea di "Ricette senza"?

Anche in questo caso, dalla necessità. Qualche anno fa ho fatto un test da cui risultavo intollerante a tutti gli alimenti base della cucina italiana e non solo: uova, latticini, pomodoro, olio d'oliva e chi più ne ha più ne metta. La lista attaccata al frigo era così lunga che quasi quasi guardandola preferivi tenerti la fame e uscire a fare una passeggiata. Poi hanno cominciato a sorgere idee su idee e dopo poco in casa si mangiava anche meglio di prima. In quel periodo ho cercato in libreria dei ricettari che escludessero almeno latte e uova, ma ancora non se ne trovavano. Così mio marito mi ha suggerito di scriverne uno io, e inizialmente si è beccato una risata in faccia. E' stata poi la mia amica Beatrice a spingermi a provare. Avendo esperienza di impaginazione di libri mi ha proposto di farlo interamente insieme e proporlo già pronto ad un editore. Oggi il nostro primo libero "100 ricette senza latte e derivati, uova e soia" (Nardini Editore) è in libreria e stiamo scrivendo il secondo della collana "Ricette Senza". Poi è nato anche il blog www.ricettesenza.it che conta oggi un data di quasi duecento ricette che è possibile cercare escludendo gli alimenti a cui si allergici/intolleranti. E ci sono molte novità in arrivo...

Dove trovi le idee per ricette tanto particolari?
Vengono da sé, anche nei momenti più impensati. Certe volte scherzando dico che sono ossessionata dalle nuove ricette, che mi perseguitano nel dormiveglia, mentre parlo con qualcuno, mentre medito e mentre sono concentrata su tutt'altro. Poi le confronto con quelle delle amiche blogger o cuochi famosi che trovo in rete, per vedere se e come le realizzano loro, e alla fine vengono sfornate e fotografate, pronte per essere condivise con i nostri lettori.

Tu a cosa sei allergica (non solo in cucina, eh!)?
Sono molto intollerante alle uova, a latte e formaggi, alla cronaca nera, alla politica, ai film violenti e alla burocrazia italiana. Sono invece totalmente allergica alla carne cruda (e spesso anche cotta!) alla contabilità, all'IVA (e alla sua Partita) e all'arroganza del prossimo, specie se condita con una spolverata di stupidità. Ci sono cose, poi, tipo la cioccolata a cui sono altamente intollerante, ma faccio finta di nulla... non potrò mai, invece, risultare intollerante o allergica ai gatti, alle belle giornate autunnali, al teatro, ai viaggi, alla bella musica, alla natura e… alla cipolla!

La nostra Katie è vegetariana ma anche golosissima: oltre ai piatti che ci hai portato, avresti qualche altra idea da suggerirle?
Una splendida torta al cioccolato ripiena di gianduia che abbiamo deciso di pubblicare sul prossimo libro in uscita i primi mesi del 2015, dedicato specificamente a dolci e torte senza latte e uova. Penso che sia in assoluto la nostra ricetta migliore. E sempre per restare sui dolci, visto che Katie ne è golosissima, consiglio dal blog ricettesenza.it la mousse al cioccolato senza latticini e la crostata di pere al tè, molto adatta ad un'inglese! Qualcuno dice, però, che la ricetta migliore del blog siano i ricciarelli... sarà perché siamo entrambe toscane? ;) Sui salati, invece, le consiglierei i cornettini di pasta sfoglia alle erbe, gli spaghetti al pesto di menta e le polpettine di seitan al peperone pubblicati sul nostro primo libro. Dal blog, senz'altro le zucchine ripiene senza carne, latticini, uova e glutine.

Come hai intenzione di sviluppare ancora questo tu progetto di "Ricette Senza"? Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Da molti anni io e Beatrice ci occupiamo di consulenze alla comunicazione per altri. Oggi abbiamo deciso finalmente di farci da clienti e lavorare per noi stesse. Sul nostro sito, di qui a breve, saranno presenti moltissime novità e informazioni in più: una vera "comunità di intolleranti". Il prossimo mese uscirà anche l'App Ricette Senza per gli smartphone e i tablet Android. Come dicevo, inoltre, sta per uscire anche il secondo libro della collana Ricette Senza. E non finisce qui...
Il nostro sogno nel cassetto? Contiamo di realizzarlo a breve e per scaramanzia non vogliamo ancora dirlo. Ma ne sentirete senz'altro parlare...


Prima di lasciarvi vi ricordo le tappe del blogtour!

7 novembre - 1° TAPPA – Presentazione Blogtour + Apertura Giveaway + Estratto
Insaziabili Letture

14 novembre – 2° TAPPA – Presentazione Dream Cast
Alla scoperta di libri

21 novembre – 3° TAPPA – Intervista all’autrice
Un lettore è un gran sognatore

28 novembre - 4° TAPPA – Recensione
Leggere Romanticamente

5 dicembre - 5° TAPPA – Le ricette di Tata Katie
Gilly in Booksland

12 dicembre - 6° - Recensione
Le passioni di Brully

17 dicembre - 7° TAPPA – Il romanzo a disegni
Le parole segrete dei libri

19 dicembre - 8° TAPPA – Le borse di Tata Katie e vincitore del giveaway
Dragonflywings


Regole per partecipare al blogtour e avere la possibilità di Brianna, la borsa che ti accompagna:

Dovete inviare un selfie originale, una foto o un'immagine che ritragga scene o personaggi del libro: insomma, che comunque richiami in qualche modo la storia di Katie Baker e Matteo Gallo.
La foto dovrà contenere il titolo del libro!
Postate le vostre fotine tra i commenti dei blog che partecipano al blogtour oppure su Facebook nella pagina dell’Evento dedicata: gli hashtag da utilizzare sono quello del romanzo #CUPDZ e quello della collana #YouFeel.

Avete tempo fino al 18 dicembre.

E adesso passo il testimone a Brully che vi aspetta nel suo blog Le Passioni di Brully il 12 Dicembre con la prossima tappa!!!

2 commenti:

  1. wow mamma mia che tappa *_* complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cioci! Sono felicissima che ti sia piaciuta!!! :-D

      Elimina

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.