1 2 3 4 5

lunedì 3 giugno 2013

Recensione: La Maledizione di Ondine di Valentina Barbieri

E ora passiamo alla recensione di un romanzo che mi è piaciuto veramente molto!!!

Ringrazio moltissimo l'autrice Valentina Barbieri per avermi inviato una copia digitale del suo romanzo e per avermi permesso di conoscere la storia di Ondine!!! *_*

La Maledizione di Ondine
di
Valentina Barbieri

Titolo: La Maledizione di Ondine
Autrice: Valentina Barbieri
Genere: urban fantasy, paranormal romance
Target: young adult
Pagine: 280
Prezzo: 1,99 euro su tutti gli store online.
Il romanzo è disponibile anche in formato cartaceo

Trama

Ondine è una giovane sensitiva in grado di percepire una dimensione in cui gli spiriti vagano, anelando il modo per tornare nel mondo dei vivi.
Cercando una spiegazione razionale e scientifica, Ondine, insieme all’amico Francesco, indaga su eventi paranormali.
La verità inizia a venire allo scoperto quando a Londra incontra Benjamin Law, un giovane e affascinante prete in grado di passare dall’Altra Parte. Grazie a lui, Ondine viene a conoscenza di oggetti posseduti e assiste a un terribile esorcismo.
Le informazioni su un antico Ordine dei Guardiani portano Ondine e Benjamin a Praga, alla disperata ricerca di Lysandra Novacek, l’ultima discendente della famiglia a capo dell’Ordine.
Tra spiriti e luoghi antichi, Ondine viaggerà per l’Europa, affrontando le sue più grandi paure, compresa quella di un amore così forte quanto impossibile.

“Quando attraversi le porte che separano il mondo dei vivi da quello dei morti,
devi essere sicura di poter tornare indietro…”

La mia opinione...
Mi sono avvicinata a questo romanzo con molta cautela perché il tema trattato mi spaventa da morire (sono molto fifona lo ammetto) ma allo stesso tempo ero estremamente curiosa di vedere come l’autrice avrebbe affrontato l’argomento.
Adesso che l’ho terminato, o meglio divorato, tutto quello a cui riesco a pensare è quanto mi sia piaciuto!
La storia elaborata da Valentina Barbieri è molto particolare e colpisce senz’altro per la ricerca molto accurata che l’autrice ha svolto prima di mettersi di fronte alla macchina da scrivere.
Molti dei fenomeni descritti e che la stessa protagonista nomina o si trova a dover affrontare esistono realmente e sono oggetto di studi scientifici il che rende la lettura un’esperienza unica, esaltante e alle volte anche da brivido!

Sin dalle prime pagine si viene catturati dalla vita di Ondine che deve il suo nome a una patologia a cui la Barbieri ha saputo dare un significato originale e affascinante e si viene travolti da una visione del tutto particolare del regno degli spiriti … giuro a parlare di questo romanzo rimango a corto di parole perché tutto ciò che ho letto si riassume con: originalità!
Ondine riesce a vedere i morti e a penetrare nel regno degli spiriti, ma a parte questo conduce una vita apparentemente normale, o almeno ci prova, con Francesco, suo migliore amico nonché coinquilino che è perfettamente consapevole delle doti della ragazza.
Senza entrare nei dettagli (se no che gusto avrete a leggerlo? XD) entreranno in scena altre persone dotate dei poteri di Ondine che vengono chiamati Guardiani, da qui il nome della saga, e che ci accompagneranno in posti permeati di mistero e magia, come il castello di Hasdeu.

L’aspetto che ho maggiormente apprezzato, oltre alla ricerca che rende credibile tutto ciò che si legge, è la visione, o meglio le visioni, che via via i personaggi hanno dei fantasmi, dei demoni, della dimensione in cui quest’ultimi si muovono e anche del ruolo che ricoprono loro in tutta la faccenda.
L’idea dei cavalieri dell’Apocalisse credo che sia la mia preferita (che ci posso fare… sono di parte)!

Ma a parte la storia, che già di per sé merita tantissimo, il romanzo è scritto molto bene. Lo stile è fluido, scorrevole … si comincia a leggere e non si riesce a smettere !
Non mi resta altro che fare tanti complimenti a Valentina Barbieri per essere riuscita a farmi viaggiare in dimensioni parallele e chiaramente consigliare a tutti di immergersi nella storia di Ondine!

Non vedo l’ora di leggere il seguito!!!!

Giudizio finale:

Una curiosità:

Alcuni dei fenomeni paranormali citati sono reali: la metafonia, ovvero le voci impresse su registratori o radio, è stata a lungo indagata da scienziati e ricercatori dell’occulto. Il castello di Hasdeu in Romania è monumento nazionale e secondo i documenti dell’epoca fu costruito sotto le indicazioni di Iulia Hasdeu, morta sei mesi prima. La giovane continuava a comunicare dall’Aldilà con il padre.

L'autrice
Valentina Barbieri. Ha pubblicato un racconto, “Arèl”, nell’Almanacco Fantasy di Lettere Animate.

Vi invito a visitare il sito dell'autrice per approfondire i temi trattati nel romanzo: http://lamaledizionediondine.wordpress.com/

1 commento:

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.