1 2 3 4 5

domenica 1 luglio 2012

Recensione: Shadowhunters. Le Origini - L'Angelo

Shadowhunters. Le Origini - L'Angelo
di
Cassandra Clare

Titolo: Shadowhunters. Le Origini - L'Angelo
Titolo originale: The Infernal Device - Clockwork Angel
Autrice: Cassandra Clare
Serie:
Shadowhunters. Le Origini n.1
The Infernal Device n.1
Editore: Mondadori
Collana: I Grandi
Pagine: 480
Prezzo: EUR 17,00
ISBN: 9788804610090
Data di pubblicazione: 07/06/2011

Trama

Tessa Gray, orfana sedicenne, lascia New York dopo la morte della zia con cui viveva e raggiunge il fratello ventenne Nate, a Londra. Unico ricordo della vita precedente, una catenina con un piccolo angelo dotato di meccanismo a molla, appartenuto alla madre.
Quando il fratello maggiore scompare all'improvviso, le ricerche portano la ragazza nel pericoloso mondo sovrannaturale della Londra vittoriana. Sarà rapita, ingannata, sfruttata per la sua straordinaria capacità di trasformarsi e assumere l'aspetto di altre persone. La salveranno due Shadowhunters, Will e Jem, destinati a combattere i demoni, nonché a mantenere l'equilibrio tra i Nascosti e fra questi e gli umani.
Tessa sarà costretta a fidarsi. Si unirà a loro nella lotta contro i demoni per poter imparare a controllare i propri poteri e riuscire finalmente a trovare Nate. Ma tutto ciò la porterà al cuore di un arcano complotto che minaccia di distruggere gli Shadowhunters, e le farà scoprire che l'amore può essere la magia più pericolosa di tutte.

La mia opinione

Sono combattuta.
Per certi aspetti questo libro non mi è piaciuto per niente, ma per altri ho trovato talmente complessa la struttura e tutto l’intreccio creato dall’autrice che è impossibile non farle i complimenti
Prima di parlare di cosa penso di questo romanzo ci tengo a fare una precisazione.
Fonte: The Mortal Instruments
Ho amato e amo alla follia la prima saga (The Mortal Instruments) della Clare di cui la storia narrata in queste ‘origini’ (orig: The Infernal Device. Clockwork Angel) costituisce una sorta di prequel. Ora … ci sarebbe da aprire una parentesi lunga quanto una casa sulle scelte editoriali di cambiare totalmente i titoli alle saghe e oltre ad essere un argomento alquanto spinoso, non mi sembra il luogo adatto in cui trattarlo, ma santo cielo! Sono così belli, evocativi e pieni di significato quelli originali che sinceramente non capisco perché si debba completamente stravolgerli … a maggior ragione in un momento in cui comunque quasi tutti conosciamo la lingua inglese e la parola Shadowhunters non è che sia italiana … cmq vabbè.
Come stavo dicendo questo volume costituisce una sorta di prequel alla saga sugli Strumenti Mortali, nel senso che cronologicamente è ambientata in un periodo antecedente e mostra sempre la guerra tra Cacciatori da una parte e Nascosti (che violano la Legge) dall’altra.
Ed economica, disponibile a EUR 10,00
Ora sono consapevole che quella trattata ne ‘Le Origini’ è comunque una storia a sé e come tale andrebbe trattata tuttavia i termini di paragone con l’altra trilogia mi sorgono quasi spontanei e in questo caso aihmè la Sig.ra Clare qua non è stata all’altezza delle mie aspettative che ammetto fossero piuttosto alte.

Ho trovato Le Origini notevolmente inferiori rispetto agli Strumenti Mortali o almeno la storia non è riuscita a catturarmi come l’altra.
Rispetto al primo volume degli Strumenti Mortali dove la situazione è più dinamica e dove si entra quasi immediatamente nell’azione, qua la storia parte lentamente, in salita. È molto descrittiva e ho fatto veramente fatica a entrare dentro il libro anche se ammetto che una volta scollettata la metà le cose si fanno piuttosto interessanti.

La pecca principale che ho riscontrato in questo volume è la protagonista, Tessa, che ho trovato veramente petulante. Con quei modi da so-tutto-io, ci-penso-io-a-far-ragionare-William, (neppure fosse chissà chi) mi ha irritata alquanto spingendomi addirittura a rimandare l’acquisto del secondo volume che grazie a lei già so che non leggerò a breve. Cioè… inorridisce per come Sophie risponde a tono al sig. Herondale e lei dopo fa persino peggio … -.- Mi dispiace dirlo ma quando trovo alquanto antipatica la protagonista femminile, il libro, per quanto possa avere una trama ben fatta e complessa come questa, mi cade notevolmente in basso. Non ho la minima curiosità di leggere che cosa può succedere né a lei né tantomeno a quelli che le stanno intorno. -.-

L’unico di cui mi piacerebbe venisse approfondita la storia è William, ma solo per quanto riguarda il suo rapporto con i genitori, specialmente alla luce della lettera che lui non ha mai spedito …

Voto:

Cover originale


The Shadowhunter Chronicles

The Mortal Instruments  /  Shadowhunters

1. City of Bones, 2007   /  Città di Ossa, 2007
2. City of Ashes, 2008  /   Città di Cenere, 2008
3. City of Glasses, 2009  /   Città di Vetro, 2009
4. City of Fallen Angels, 2011  /  Città degli Angeli Caduti, 2011
5. City of Lost Soul, 2012
6. City of Heanvenly Fire, previsto in America per Settembre 2014


The Infernal Devices / Shadowhunters - Le Origini

1. Clockwork Angel, 2009  /  L'Angelo, 2011
2. Clockwork Prince, 2011  /  Il Principe, 2012
3. Clockwork Princess, previsto in America per Marzo 2013

L'autrice
Cassandra Clare è nata a Teheran e ha vissuto i primi anni della sua vita in giro per il mondo con la famiglia trascinandosi sempre dietro bauli di libri. Dopo aver lavorato come giornalista tra Los Angeles e New York, ora si è fermata a Brooklyn, dove, per non farsi distrarre dai suoi gatti e dalla TV, scrive libri nei caffé e nei ristoranti. Per Mondadori ha già pubblicato Shadowhunters - Città di Ossa, Shadowhunters - Città di Cenere, Shadowhunters - Città di Vetro e Shadowhunters, le origini - L'angelo, che hanno appassionato tutti gli amanti dell'urban fantasy

Sito ufficiale di Cassandra Clare

2 commenti:

  1. Ma sai che l'ho interrotto?! Non mi prendeva. E non capivo perchè dal momento che ci sono moltissimi elementi interessanti. Storia intrigante, personaggi carismatici, ambientazione suggestiva. Devo riprenderlo e farmi un'idea definitiva, mi scoccia troppo abbandonare una lettura, ma me la stavo trascinando a passo di lumaca ;_;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedo scusa non avevo visto questo commento :-(
      Anche io l'ho letto molto lentamente e la penso esattamente come te su quanto sia strano data comunque la complessità della trama e il fatto che nell'insieme il romanzo presenta ottimi elementi. Tuttavia non è riuscito a prendermi come la prima trilogia tanto che ho rimandato l'acquisto del secondo de 'Le Origini' ^_^

      Elimina

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.