1 2 3 4 5

giovedì 10 aprile 2014

Seconda tappa del Blogtour "Reborn" di Miriam Mastrovito - Presentazione dei personaggi + Dreamcast


Buon pomeriggio a tutti!!!
Eccoci alla seconda tappa del blogtour dedicato a "Reborn" di Miriam Mastrovito! Un romanzo Urban Fantasy con un retrogusto New Gothic! Amo gli Urban Fantasy ed è tantissimi anni che leggo romanzi di questo genere, ma non mi ero mai imbattuta in una storia che ruotasse attorno a delle bambole! *_*
E quando trovo qualcosa di originale mi ci devo buttare letteralmente a capo fitto!!!
Prima di passare al tema che verrà trattato in questa tappa vi mostro l'opera della nostra Miriam Mastrovito!

Reborn di Miriam Mastrovito


Titolo: Reborn
Autrice: Miriam Mastrovito
Genere: New Gothic
Editore: youcanprint
Pagine: 294
Prezzo e-book: euro 2,99
Prezzo cartaceo: euro 16,90

Una bambina venuta dal passato.
Una madre in lutto.
Un folle eroe romantico.
Un cocchiere dall’occhio di vetro.
Una storia d’Amore e Morte che vi condurrà al confine tra i mondi.


Da quando ha perso il marito Andrea e la figlia Martina in un incidente stradale, Elga non è più la stessa. Si è isolata dal mondo e vive di ricordi. Il suo unico diversivo è rappresentato dalle bambole reborn che crea per mestiere.
Il 9 settembre 2013, giorno in cui Martina avrebbe compiuto dieci anni, Elga realizza per lei una bambola, come avrebbe fatto se fosse stata ancora viva. A sera, la sistema nella cameretta, che ha lasciato intatta dal giorno della sua morte, celebrando così quella ricorrenza speciale.
La mattina dopo viene accolta da una strana sorpresa: una bambina che non conosce si è intrufolata in casa. Sembra avere la stessa età di sua figlia ma non le somiglia per niente.
Rea − questo il suo nome − sostiene, invece, che Elga sia proprio la sua mamma ed è la stessa cosa che affermano tutti in paese.
Quale la verità?
Per scoprirla la donna potrà contare solo su Iuri, giovane impiegato delle Onoranze funebri nonché stalker che da tempo la tormenta.
Sarà l’inizio di uno strano viaggio che la condurrà al confine tra i mondi, lì dove regna il mistero e la Morte non è che l’inizio di una vita oltre.



Miriam Mastrovito (Gioia del Colle, 1973).
Laureata in filosofia. È titolare di un negozio interamente dedicato al fantasy. Da sempre coltiva una forte passione per la scrittura e i mondi fantastici. Ha vinto svariati premi, ha collaborato con diversi siti dedicati ai libri e web magazine ed è stata giurata in vari concorsi letterari. Attualmente gestisce i lit-blog Il flauto di Pan (http://il-flauto-di-pan.blogspot.it/) e Leggere è magia (http://miriam-mastrovito.blogspot.it/).
Il suo ultimo romanzo in ordine cronologico è “Il mistero dei libri perduti” (Zero91 Edizioni).
“Il Mendicante di sogni” è stato pubblicato per la prima volta nel 2009 da La penna blu edizioni nella sola versione cartacea. Oggi, dopo un’accurata revisione e la realizzazione di una nuova veste grafica, è disponibile sul mercato in versione Ebook.

Per contattare l’autrice: miriammas@alice.it
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/Miriam-Mastrovito-autrice/

E adesso gettiamo luce sui protagonisti della storia!!!

Quando leggo un romanzo la prima cosa a cui penso è a quale attore/modello/personaggio famoso possa assomigliare oppure a quale volto ha pensato l'autore/autrice nel creare un determinato personaggio. Sono molto felice perciò di ospitare questa tappa in cui verranno non solo presentati i personaggi di Reborn, ma verrà anche mostrato il Dreamcast di Miriam Mastrovito!

Personaggi + DreamCast

Elga / Bloody Terry


Trentaquattro anni, capelli lunghi, lisci e ramati, occhi ambrati. Veste sempre di nero ed è particolarmente affezionata a una felpa con l’effige di Rozz Williams.
Reborner di professione, gestisce un piccolo negozio e un sito di vendita online.

Ha perso suo marito Andrea e la figlia Martina di otto anni in un tragico incidente automobilistico di cui è la sola sopravvissuta.
Incapace di elaborare il lutto, da quel giorno, si è chiusa in se stessa rinunciando completamente alla vita sociale. Cova una forte rabbia nei confronti del mondo intero che sfoga attraverso un linguaggio “colorito”.
Le sue giornate si dividono tutte tra casa e lavoro.
Ha un carattere schivo e solitario divenuto ancor più spigoloso dopo la tragedia che l’ha colpita. Atea e razionale, nutre una forte avversione per tutto ciò che ha attinenza con il paranormale.

Curiosità:
È ossessionata dalle bambole che ella stessa crea, la sua casa ne è piena e su di loro riversa tutta la tenerezza che provava per la figlia.
Adora la musica dark, sottofondo costante nel suo negozio.


Iuri / Matt Bomer


Trentacinque anni, capelli scuri, occhi grigi.
Specializzato in tanatoestetica, lavora per le Onoranze Funebri Di spirito.
È giunto a Gioia da soli due anni guidato da un folle sogno romantico che lo tormenta sin dall’adolescenza. È convinto di ricordare una vita pregressa in cui ha amato follemente una donna che adesso crede essersi reincarnata in Elga. Ne è ossessionato, ha un atteggiamento da stalker nei suoi confronti e colleziona qualsiasi oggetto sia venuto in contatto con lei di cui riesca a impossessarsi indebitamente.
Sociopatico ed emarginato per via del suo mestiere, non sopporta il contatto fisico e non ha amici a parte il custode del cimitero e un barbone che si è accampato lì.

Curiostà:
Suona il pianoforte e ha un predilezione per Chopin. Legge spesso poesie tratte da I fiori del male di Baudelaire.
Trascorre gran parte del suo tempo libero nel cimitero e ama prendersi cura delle tombe trascurate.


Ogma / François Telombre


Guardiano posto a presiedere il confine tra i mondi. Apre e chiude porte tra le dimensioni spazio-temporali e guida i morti nella fase di passaggio.
Bellezza androgina e mozzafiato. Ha capelli lunghi, scuri, tendenti al viola e un occhio di vetro. Indossa sempre un trench nero e un cappello a cilindro, guida un crocchio funebre trainato da quattro cavalli. Salvo eccezioni, i vivi non riescono a vederlo.
Né vivo né morto, ha il cuore fermo da tempo immemore e ha perso la capacità di provare qualsiasi sentimento.
Nutre una particolare curiosità nei confronti di Iuri che reputa un’anomalia nell’universo.

Curiosità:
Il nome di Ogma trae origine dall’omonima divinità celtica a cui è liberamente ispirato.
Secondo la mitologia celtica Ogma è il dio della guerra, del furore ma anche della scrittura. Tra i suoi compiti vi è quello di traghettare le anime nell’aldilà.


Rea

Scatto della fotografa americana Sally Mann

Dieci anni, capelli lunghissimi neri, occhi azzurri, naso spruzzato di lentiggini.
Ha un carattere affabile ma è soggetta a frequenti sbalzi di umore e a raptus di violenza improvvisi.
È convinta di essere figlia di Elga e nutre un amore viscerale nei suoi confronti.
A volte sembra andare in trance e ricordare episodi che rimandano a un’epoca remota.

Curiosità:
Non ama le bambole. Non sopporta la vista del sangue e di tutto ciò che lo ricordi. Ama dondolarsi sull’altalena.
Ma che freddo fa di Nada è la sua canzone preferita.


La bambola


È una creazione di Elga. L’ha realizzata in occasione del compleanno della figlia Martina, ormai deceduta. Ha capelli lunghi e neri, occhi azzurri, naso spruzzato di lentiggini e somiglia incredibilmente a Rea.
Non dispone di alcun meccanismo che possa darle voce ma, di tanto in tanto emette degli strani ronzii e soprattutto canta. Non rimane mai nel posto in cui viene lasciata.

Curiosità:
La bambola protagonista del romanzo esiste davvero.
Nella realtà l’ha realizzata artigianalmente l’artista Ketty Ceretti basandosi sulla descrizione così come figura nel libro.


Partecipando al blogtour avrete la possibilità di vincere una copia cartacea di Reborn e due copie del romanzo in formato ebook!!!

Partecipare è semplicissimo!!!

- lasciate un commento a ogni tappa del Blogtour
- iscrivetevi come follower ai blog che ospitano il Blogtour (facoltativo)

E ... Se non avete commentato la prima tappa del blogtour ... cosa state aspettando??? Correte a farlo!!!! La trovate sul blog: Laboratorio Fantasy!!!

Le altre tappe del Blogtour


E adesso passo il testimone al blog Peccati di Penna che ospiterà la prossima tappa Lunedì 14 Aprile!

6 commenti:

  1. bellissimi i personaggi, ottima scelta per matt bomer! la trama mi ha affascinato fin dal primo momento e ora approfondirla con i personaggi così dettagliati è davvero emozionante! complimenti all'autrice! bravissima!

    RispondiElimina
  2. personaggi misteriosi ed esplosivi la trama continua ad affascinarmi sempre più sicuramente un libro emozionante e da leggere i personaggi sono sicuramente enigmatici soprattutto Elga e Iuri mi piace l'accoppiata Elga Bloody Terry e sono curiosa di seguire le prossime tappe. complimenti all'autrice, tutte voi riuscite ad affascinarmi per la vostra facilità nello stendere su carta il vostro pensiero vi invidio molto stefania

    RispondiElimina
  3. Personaggi davvero molto intriganti. Mi hanno colpito soprattutto due: Ogma e la piccola Rea, forse perché appunto fanno parte della storia "paranormal" del romanzo, quindi diciamo non sono reali, ma appunto delle figure che appaiono in mezzo a quelle reali come Elga e Yuri...
    Conoscendo la scrittrice sarà sicuramente un bel romanzo, soprattutto ben scritto!!!

    RispondiElimina
  4. Che personaggi misteriosi e ben costruiti! ;)
    La mia email: leilastell@hotmail.it

    RispondiElimina
  5. personaggi ben scelti!!!matt bomer poi nn c'e' che dire!!!
    ogni tappa mi conquista sempre di piu!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come sempre dimentico la mail
      rosyramo@libero.it

      Elimina

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.