1 2 3 4 5

mercoledì 27 marzo 2013

In libreria: Quattro etti d'amore, grazie di Chiara Gamberale

A partire dal 26 marzo possiamo trovare in libreria questo romanzo che mi ha incuriosito molto, specie perchè tratta un tema molto diffuso al giorno d'oggi, ovvero l'insoddisfazione personale.

E se la ricetta della felicità fosse nascosta nel carrello accanto al tuo?

Quattro etti d'amore, grazie di Chiara Gamberale


Titolo: Quattro etti d'amore, grazie
Autrice: Chiara Gamberale
Editore: Mondadori
Pagine: 252
Prezzo: € 17,00
ISBN: 9788804616283
Data di pubblicazione: 26 Marzo 2013

Trama

Quasi ogni giorno Erica e Tea s'incrociano tra gli scaffali di un supermercato.
Erica ha un posto in banca, un marito devoto, una madre stralunata, un gruppo di ex compagni di classe su facebook, due figli.
Tea è la protagonista della serie tv di culto "Testa o Cuore", ha un passato complesso, un marito fascinoso e manipolatore.
Erica fa la spesa di una madre di famiglia, Tea non va oltre gli yogurt light. Erica osserva il carrello di Tea e sogna: sogna la libertà di una donna bambina, senza responsabilità, la leggerezza di un corpo fantastico, la passione di un amore proibito. Certo non immaginerebbe mai di essere un mito per il suo mito, un ideale per il suo ideale.
Invece per Tea lo è: di Erica non conosce nemmeno il nome e l'ha ribattezzata "signora Cunningham".
Nelle sue abitudini coglie la promessa di una pace che a lei pare negata, è convinta sia un punto di riferimento per se stessa e per gli altri, proprio come la madre impeccabile di "Happy Days".
Le due donne, in un continuo gioco di equivoci e di proiezioni, si spiano la spesa, si contemplano a vicenda: ma l'appello all'esistenza dell'altra diventa soprattutto l'occasione per guardare in faccia le proprie scelte e non confonderle con il destino. Che comunque irrompe, strisciante prima, deflagrante poi, nelle case di entrambe.
Sotto la lente divertita e sensibile della scrittura di Chiara Gamberale, sempre capace di rivelare dettagli decisivi, ecco così le lusinghe del tradimento e del sottile ma fondamentale confine tra fuga e ricerca.
Accanto a Erica e Tea, infatti, i loro uomini: i due mariti, un ex compagno di classe romantico e cinefilo, uno struggente personal trainer, un attore omosessuale in incognito, un fratello ricoverato in una clinica senza nome.
Tutti in fuga o forse alla ricerca, proprio come Erica e Tea. Tutti convinti che la soluzione sia comunque altrove. Sullo schermo della tv, di un cinema, sul palco di un teatro, su un social network, in un'isola esotica, negli psicofarmaci, in un'altra ricetta, un'altra camera da letto.
Perché vera protagonista di questo romanzo è l'insoddisfazione personale, e le possibilità che l'amore ha e non ha per metterla a tacere, o quantomeno contenerla.

Booktrailer del romanzo!


L'autrice
Chiara Gamberale è nata nel 1977 a Roma, dove vive. Ha esordito nel 1999 con Una vita sottile, seguito da Color Lucciola (2001), Arrivano i pagliacci (2003), La zona cieca (2008, premio selezione Campiello), Le luci nelle case degli altri (2010), L'amore, quando c'era (2012). È autrice e conduttrice di programmi televisivi e radiofonici come 'Quarto piano scala a destra' su Rai Tre e 'Io, Chiara e L'Oscuro' su Radio Due. Collabora con 'La Stampa' e 'Vanity Fair' e ha un blog sul sito di 'Io Donna' del 'Corriere della Sera'.

http://www.facebook.com/Gamberale.Chiara

2 commenti:

  1. L'ho visto, sembra promettente. Mi piace il suo modo di scrivere. Non fosse altro per la profonda antipatia che nutro per la signora Gamberale, lo leggerei, ma sinceramente non ho intenzione di dare ad una così i miei soldi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahah perchè antipatia nei confronti dell'autrice? Che ha fatto??? Mi hai incuriosito!!!

      Elimina

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.