1 2 3 4 5

venerdì 31 agosto 2012

Recensione: Il Diario di London Lane di Cat Patrick

Il Diario di London Lane di Cat Patrick

Titolo: Il Diario di London Lane
Titolo originale: Forgotten
Autrice: Cat Patrick
Editore: Fazi Editore
Collana: Lain
Pagine: 296
Prezzo: EUR 9,90
ISBN: 9788876250811
Data di pubblicazione: 12/07/2012

Trama

Cosa accadrebbe se ogni giorno ci svegliassimo senza alcuna memoria del nostro passato, se i nostri ricordi non fossero altro che frammenti di futuro?

London Lane ha sedici anni e ogni volta che si addormenta sa che al risveglio, l'indomani mattina, il suo mondo sarà svanito. Perché esattamente alle 4,33 di ogni notte la sua memoria cancella le tracce del passato e tutto ciò che la ragazza può ricordare sono cangianti immagini del suo futuro. London riesce tuttavia ad avere una vita quasi normale con l'aiuto della madre, della sua migliore amica Jamie e soprattutto grazie al suo diario, i foglietti dove appunta tutto ciò che accade durante le sue giornate. Ma basta poco, come scoprire che il cellulare dove si è segnata cosa la aspetti a scuola è scarico, per far precipitare London in un mondo imprevedibile. E proprio durante una inattesa esercitazione antincendio del suo liceo conosce Luke Henry, un ragazzo gentile che lei non vuole proprio dimenticare, per nessun motivo. Tutto però assume una piega inquietante, quando London comincia a essere tormentata da incubi che sembrano provenire da un passato sconosciuto ma familiare, e ad avere strane visioni del suo futuro, un futuro in cui Luke non c'è. Due personaggi affini che per non perdersi dovranno ritrovare le remote tracce di una memoria interrotta da eventi misteriosi.


"L’idea che sta dietro questo romanzo è pura genialità"
The Guardian

"Con un pizzico di fantasy e una pennellata di mistero, Cat Patrick cattura il lettore sin dalla prima pagina"
Publishers Weekly

La mia opinione...
Il Diario di London Lane è uno di quei libri che lascia un po’ spiazzati, che quando arrivi alla parola FINE lascia un senso di malinconia addosso. Si perché nonostante la protagonista abbia trovato un modo per convivere con il suo problema quasi per empatia si avverte il disagio che ogni singolo giorno London lane è costretta ad affrontare.
Ogni notte infatti, alle 4,33 per essere precisi, il cervello di questa adolescente si resetta cancellando dalla sua memoria tutto ciò che è avvenuto prima di quel momento. A ciò, che è assolutamente pazzesco già di suo, si aggiunge che London ‘ricorda’ (per modo di dire) solo ciò che avverrà in futuro. Grazie a questa sua capacità, a strategici promemoria e al suo diario dove annota gli avvenimenti più importanti riesce a condurre una vita apparentemente normale.
All’inizio del romanzo sono rimasta un po’ perplessa di trovarmi di fronte alla lista degli abiti che la protagonista aveva indossato il giorno prima e ho impiegato un po’ a entrare dentro la storia.
Nelle battute iniziali il libro ci mostra il mondo di London, la sua scuola, i suoi compagni, la sua migliore amica e chiaramente gli escamotage che usa per ‘mantenere vivi i ricordi’ poi pian piano questa protagonista ci mostra qualcos’altro di sé, qualcosa di più personale … un incubo ricorrente che pian piano assume un significato ben preciso … oscuro … inquietante e che getta sia lei sia le persone a lei care in un oscuro ricordo.
In tutto questo un ruolo assolutamente fondamentale viene ricoperto da Luke, un ragazzo che definire dolcissimo è fare un eufemismo e che io, da vera romantica, non ho potuto fare altro che apprezzare.

Il romanzo appartiene alla categoria degli YA. E ciò è dimostrato anche dal linguaggio che l’autrice usa: semplice e molto scorrevole. L’ho letto in meno di una giornata perché la curiosità di dove Cat Patrick voglia andare a parare è molto forte, soprattutto nella seconda parte. Tuttavia molte cose sono lasciate in sospeso, tipo la malattia della ragazza. Come tema è molto interessante e a suo modo originale e mi sarebbe piaciuto poter leggere qualcosa di più, magari anche una spiegazione scientifica di quello che potrebbe essere successo al cervello di London e invece nulla. Viene tutto lasciato nell’ombra. Peccato.
Anche il finale non so perché … mi ha fatto storcere un po’ il naso.
L’happy end secondo me è un po’ troppo forzato. Non scenderò nei dettagli perché non voglio fare spoiler ma … Non so, il tema trattato alla fine è delicato e nella maggior parte dei casi purtroppo quelle storie non vanno a finire bene. Per questo l’ho trovato un po’ fuori luogo. Meglio forse un finale un po’ più aperto, del tipo non si sa come andrà la ricerca …
L’aspetto che ho apprezzato maggiormente è il messaggio che il romanzo lancia: e cioè che è sempre possibile cambiare il futuro anche quando sembra impossibile.

Nel complesso non mi sento comunque né di sconsigliarlo né tantomeno di consigliarlo. Ci sono letture più avvincenti in giro a cui magari dare la precedenza …

Voto:
meno meno

Cover originale

L'autrice
Una volta, in una piovosa notte di novembre, con un bambino appena nato e tante ore di insonnia sulle spalle, Cat Patrick dimenticò improvvisamente cosa stesse facendo. Cercò di ricordarsene, ma invece le venne in mente l'idea per Il Diario di London Lane.
Cat vive vicino Seattle con suo marito e due bambini che ora, fortunatamente, la notte dormono. Il Diario di london Lane è il suo primo romanzo, in corso di pubblicazione in più di dieci paesi.

Sito Ufficiale di Cat Patrick

Nessun commento:

Posta un commento

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.