1 2 3 4 5

giovedì 3 ottobre 2013

Recensione: Come Inciampare nel Principe Azzurro di Anna Premoli

Passiamo adesso a parlare di uno dei romanzi più belli e divertenti che abbia letto negli ultimi tempi!!!

Come Inciampare nel Principe Azzurro
di
Anna Premoli

Titolo: Finchè Non Sei Arrivato Tu
Titolo originale: Until There Was You
Autrice: Kristan Higgins
Editore: Harlequin Mondadori
Pagine: 420
Prezzo: € 9,90
Pubblicato: 22/07/2013
Letto in cartaceo

Trama

Quale ragazza non sogna di sfondare nel proprio lavoro sfruttando la possibilità di trascorrere un anno all’estero? È proprio questa la grande opportunità che un giorno si presenta a Maddison: ma l’inaspettata promozione arriva sotto forma di un trasferimento dall’altra parte del mondo, in Corea del Sud!
Maddison, però, è solo all’apparenza una donna in carriera. In realtà è molto meno motivata delle sue colleghe e per nulla attratta dall’idea di stravolgere la sua vita. Come è possibile che abbiano pensato proprio a lei, che del defilarsi ha fatto da sempre un’arte, che ha il terrore delle novità e di mettersi alla prova? Una volta arrivata in Corea, il suo capo, occhi a mandorla e passaporto americano, non le rende neanche facile adattarsi al nuovo ambiente. Catapultata in un mondo inizialmente ostile, di cui non conosce nulla, di cui detesta le abitudini alimentari e non solo, Maddison si vedrà costretta a tirar fuori le unghie e a crescere una volta per tutte. E non è detto che sulla sua strada non si trovi a inciampare in qualcosa di bello e del tutto imprevisto!

La mia opinione...
Io non ho ancora avuto il piacere di leggere Ti Prego Lasciati Odiare (rimedierò presto ve lo posso garantire!) ma con “Come Inciampare nel Principe Azzurro” Anna Premoli ha trovato una nuova fan e cioè la sottoscritta!
Sul retro della copertina avrebbero dovuto scrivere gli effetti collaterali che la lettura di questo romanzo potrebbe provocare: scoppi di risa improvvisi, paralisi facciale a 32 denti, perdita del sonno dovuto al desiderio di leggere e cosa principale: BUONUMORE!!!
Non sapevo cosa aspettarmi da questo libro ma fin da subito sono stata catturata dallo stile frizzante e divertente di quest’autrice e dalla simpatia della protagonista in cui, non dovrei dirlo, mi sono immedesimata quasi completamente.

Maddison
Maddison è una ragazza a cui non interessa minimamente fare carriera e che è attaccata quasi morbosamente al suo stile di vita. Potrebbe accettare uno scossone al suo modo di vivere se venisse trasferita a New York, patria di negozi lussuosi e di quella vita da sogno che si vede nei film, ma il destino ha in serbo ben altro per lei … ovvero la Corea Del Sud. Ora per una persona che odia i cambiamenti si può ben immaginare la sua reazione e in tutta onestà credo che alla notizia avrei reagito esattamente nello stesso modo.
Suo malgrado la poverina si ritrova in un paese che non conosce e come se tutto ciò non bastasse si ritrova a vivere nell’appartamento di fronte a quello di Mark, il suo nuovo capo con cui il primo approccio non è stato proprio uno dei più idilliaci.
Da lì si innescano una serie di situazioni esilaranti, comiche … degne di Bridget Jones e delle protagoniste dei romanzi di Sophie Kinsella.

Mark
Ora … io non mi sono potuta riprendere con una telecamera, ma vi assicuro che la lettura di questo romanzo è stata caratterizzata da me che scoppiavo a ridere nei momenti più impensabili della giornata, o perché stavo leggendo, o perché mi trovavo a ripensare alle risposte argute e piene di spirito di Maddy … era da tanto che non leggevo qualcosa di così spassoso!

Come avrete ben capito … Ho amato questo romanzo in tutti i suoi punti e in tutte le sue sfaccettature … la storia, la relazione tra i due protagonisti, i protagonisti stessi che sono ben calibrati tra di loro e ben caratterizzati, lo stile fresco e scorrevole usato per narrare il tutto e perché no? Anche l’ambientazione originale con le sue usanze è un notevole punto a favore della storia che contribuisce a far avvicinare quei due mondi opposti e paralleli dei protagonisti.
Bello! Bello! Bello!

Giudizio finale:

L'autrice
Anna Premoli
Nata nel 1980 in Croazia, vive a Milano dove si è laureata in Economia dei mercati finanziari, presso la Bocconi. Ha lavorato alla J.P. Morgan e, dal 2004, al Private Banking di una banca privata, dove si occupa di consulenza finanziaria e ottimizzazione fiscale. La matematica è sempre stata il suo forte, la scrittura invece è arrivata per caso, come “metodo antistress” durante la prima gravidanza. Con la Newton Compton ha pubblicato Ti prego lasciati odiare, vincitore del Premio Bancarella 2013. Il romanzo è stato per mesi ai primi posti nella classifica dei libri più venduti e la Colorado Film ha acquistato i diritti per la trasposizione cinematografica. Anche Come inciampare nel principe azzurro è stato un successo del self publishing, arrivando ai primi posti della classifica.

3 commenti:

  1. Ciao, piacere di conoscerti, complimenti per il blog mi piaciono un sacco le tue recensioni, vorrei seguirti, però mi sembra di capire che non sei ne in facebook ne in bloglovin, hai una newsletter? A presto Emanuela.

    RispondiElimina
  2. Bellissimo questo romanzo! Uno dei miei preferiti tra quelli scritti dalla Premoli :-)

    RispondiElimina
  3. Ho amato questo libro! non conoscevo Anna Premoli ma devo dire che mi ha piacevolmente stupita! ho scritto anche io una recensione su questo libro... :3 batti un colpo se passi da me :3

    RispondiElimina

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.