1 2 3 4 5

martedì 2 luglio 2013

Recensione: Colpevole D'Amare di J. R. Ward

Per concludere in bellezza la giornata voglio parlarvi di un romanzo di J. R. Ward, pubblicato originariamente con lo pseudonimo di Jessica Bird.
Colpevole D'Amare è il sequel di Una Donna Indimenticabile, che mi era piaciuto molto! (QUA potete leggere la mia recensione) Purtroppo però questo seguito non è stato in grado del primo... tant'è vero che tutt'oggi non sono sicura di voler leggere il volume della Ward che è uscito ultimamente in libreria :-(

Colpevole D'Amare di J. R. Ward

Titolo: Colpevole D'Amare
Titolo originale: An Irresistible Bachelor
Autrice: J. R Ward alias Jessica Bird
Editore: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine: 384
Prezzo: € 12,00
ISBN: 9788865082744
Data di pubblicazione: 17/01/2013

Trama

Jack Walker è finalmente pronto per smettere i panni di playboy e abbandonare il famigerato passato da ‘cattivo ragazzo’, così, con grande gioia di sua madre, si fidanza con una donna benestante. E ora la madre può portare avanti i suoi piani per farlo diventare, un giorno, governatore del Massachusetts. Anche i migliori piani però spesso falliscono, e in questo caso la causa del deragliamentoè la restauratrice Callie Burke. Nel momento in cui Jack posa gli occhi su di lei si dimentica di tutto, anche della sua fidanzata praticamente perfetta. Dopo aver acquistato a un’asta il ritratto di uno dei suoi antenati, Jack assume Callie e la fa trasferire a casa sua, in modo che possa lavorare al restauro del prezioso dipinto senza alcuna interruzione.
Ma, inaspettatamente, sia Callie che il dipinto nascondono dei segreti inconfessabili, che metteranno alla prova una passione incontenibile in grado di superare ogni razionalità.

La mia opinione...
Questa è una recensione che non avrei mai voluto fare.
Non voglio fare confronti con altre serie che amo di quest’autrice perché non sarebbe giusto. Colpevole d’amare è una storia d’amore senza nessun elemento paranormal di mezzo ed è proprio per questo motivo che evito di fare confronti.
Santa Ward, come la chiamiamo in molti, questa volta non è riuscita a farmi appassionare alla storia di Callie e Jack e la prima ad esserne dispiaciuta sono io.
Forse sono partita con troppe aspettative, forse volevo ritrovare le emozioni che mi hanno dato i protagonisti di Una Donna Indimenticabile (che qua comunque appariranno in fugaci cammei), forse non l’ho letto nel momento giusto, ma la storia non mi è piaciuta.
Credo che la cosa sia dovuta comunque a un mio gusto puramente personale. Riconosco infatti a livello oggettivo che Colpevole d’amare non ha nulla che non vada, è un buon libro, e forse se non ci fosse stato quel tradimento all’inizio (ma poi proprio Blair si doveva chiamare la ex di Jack??? :-( ) mi sarebbe piaciuto un pelino di più.
Ho trovato i personaggi alquanto piatti, non mi hanno suscitato nessuna emozione, anzi quando ci sono state le prime effusioni ho trovato anche un senso di fastidio e in più punti l’unica sensazione che ho provato è stata la noia.
Jack e Callie si incontrano per la prima volta in Una Donna Indimenticabile grazie a Grace, protagonista del libro e già nel primo romanzo lui non mi era piaciuto, anzi credo che la parola ‘antipatia’ renda bene cosa ho provato e continuo a provare nei suoi confronti. Lei poverina non ha fatto nulla per non essermi simpatica però a pelle boh non mi è piaciuta.
Anche tutto il background di Callie è stato … un notevole cazzotto allo stomaco. Quando partivano i suoi ricordi tutto ciò che riuscivo a provare era rabbia.
Rabbia nei confronti di suo padre per come si è sempre comportato,
rabbia per sua madre per averla costretta a vivere in quel modo e ad accettare tutta quella situazione, rabbia per quelle parole che la donna pronuncia in un particolare momento della sua vita,
rabbia per tutto quello che la ragazza ha dovuto subire.
L’aspetto che più mi è piaciuto (diciamo così) è stata l’attenzione ai dettagli tipici di quest’autrice. Ho apprezzato molto la descrizione che viene fatta sui vari solventi che Callie utilizza nello svolgere il lavoro per cui è stata assunta. In quei passaggi ho riconosciuto l’autrice che ho sempre amato!
In conclusione non saprei neppure se sconsigliarvelo o meno. Ho visto delle recensioni molto positive su questo romanzo che mi portano a pensare che alla fin fine la delusione sia stata solo mia. Se amate la Ward datele una possibilità, ma se non avete mai letto nulla di quest’autrice magari vi consiglierei di iniziare con la saga della Confraternita, sempre se amate i vampiri e il genere Paranormal ^_^

Giudizio finale:

Cover originale

L'autrice
J.R. Ward vive nel Sud degli Stati Uniti insieme al marito, da sempre suo entusiasta sostenitore. Dopo essersi laureata in Storia dell’Arte Medievale e in Giurisprudenza e dopo aver lavorato per anni in una delle più prestigiose istituzioni medico-universitarie di Boston, ha deciso di dedicarsi alla sua vera, grande passione: la scrittura. Le sue fortunatissime saghe sono la ‘Confraternita del Pugnale Nero’ e gli ‘Angeli Caduti’ entrambe pubblicate da Mondolibri e Rizzoli. Leggereditore ha pubblicato il suo romanzo d’esordio.

Sito Ufficiale dell'autrice: http://www.jrward.com/

Nessun commento:

Posta un commento

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.