1 2 3 4 5

martedì 12 gennaio 2016

Recensione: La Ragazza del Treno di Paula Hawkins

E' da poco scoccata la mezzanotte e voglio inaugurare questo martedì con la recensione di un romanzo che mi ha catturato, stregato... trascinato come in un vortice nonostante appartenga al genere thriller, genere che non prediligo particolarmente... il che mi porta a fare un sonoro applauso all'autrice!

La Ragazza del Treno di Paula Hawkins

Titolo: La Ragazza del Treno
Titolo originale: The Girl on the Train
Autrice: Paula Hawkins
Serie: Autoconclusivo
Editore: Piemme
Pubblicato: 23/06/2015
Letto in cartaceo
Scheda su Goodreads & Anobii

La vita di Rachel non è di quelle che vorresti spiare. Vive sola, non ha amici, e ogni mattina prende lo stesso treno, che la porta dalla periferia di Londra al suo grigio lavoro in città. Quel viaggio sempre uguale è il momento preferito della sua giornata. Seduta accanto al finestrino, può osservare, non vista, le case e le strade che scorrono fuori e, quando il treno si ferma puntualmente a uno stop, può spiare una coppia, un uomo e una donna senza nome che ogni mattina fanno colazione in veranda. Un appuntamento cui Rachel, nella sua solitudine, si è affezionata. Li osserva, immagina le loro vite, ha perfino dato loro un nome: per lei, sono Jess e Jason, la coppia perfetta dalla vita perfetta. Non come la sua.

Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. E da quel momento per lei cambia tutto. La rassicurante invenzione di Jess e Jason si sgretola, e la sua stessa vita diventerà inestricabilmente legata a quella della coppia. Ma che cos’ha visto davvero Rachel?


“Il caso editoriale più esplosivo del 2015” così reca la fascetta sul romanzo … La Ragazza del Treno è stato definito un vero e proprio “page turner” ovvero che ti spinge, in parole povere, a girare pagina, andare avanti nella lettura compulsivamente e per quanto mi riguarda non potevano trovare termine più adatto!
Una volta cominciato infatti mi è stato letteralmente impossibile staccarmene e considerando che non appartiene al mio genere preferito, è veramente incredibile … non me l’aspettavo!
Ciò che mi ha spinto a leggerlo è stato il fatto che anche a me è capitato spesso di viaggiare in treno (più negli anni passati che ora) e anche io, come Rachel, mi chiedevo come fosse la vita delle persone che incontravo in viaggio, oppure di chi era in macchina sulle autostrade che spesso costeggiano i binari, oppure di chi vive nelle case sempre nei pressi dei treni. Certo … non sono mai arrivata ad attribuire nomi fittizi o a concentrarmi più volte sulle stesse persone ma capisco perfettamente quanto la mente possa vagare e giocare di immaginazione quando non si ha nulla da fare … se poi si considera che Rachel ha un motivo più che valido per soffermarsi su quella casa e sulla via su cui essa sorge si capisce ben presto l’ossessione della ragazza.
Ad ogni modo si tratta di un thriller e non voglio rivelare nulla per non rovinare il piacere della lettura …

Rachel è una ragazza un po’ borderline con un serio problema con l’alcol e durante i suoi quotidiani viaggi in treno verso Londra si ritrova ad osservare la vita all’interno di una casa in particolare fino a che, un giorno, i suoi occhi vedono un qualcosa che la scuote nel profondo … e della trama non rivelerò più nulla.

“Quella Rachel se ne frega delle conseguenze: è in preda a deliri di ottimismo oppure accecata dall’odio. Non ha un passato e nemmeno un futuro: vive soltanto nel momento.”

Rachel però non è l’unica voce narrante del libro. Ne La Ragazza del Treno infatti tre donne si contendono la scena e le loro storie per quanto diverse e strutturate su livelli temporali diversi si ritroveranno a percorrere lo stesso binario che ci condurrà verso il finale!

Paula Hawkins ha scritto un libro davvero particolare e avvincente. Complice uno stile decisamente semplice sono stata trascinata a forza dentro il libro e dentro la storia di queste tre donne diverse ma inesorabilmente legate da un destino terribile … tre donne apparentemente comuni ma che solo pian piano, particolare dopo particolare, si apprende quanto sia complicata e unica la loro vita.
Vorrei dire e aggiungere altro ma rischierei di rovinare quel finale che invece dovete gustarvi sorso dopo sorso …

Perciò mettervi comodi, salite sul treno e preparatevi al più particolare e avvincente dei viaggi perché una volta arrivati a destinazione non guarderete più fuori dal finestrino con gli stessi occhi!


L'autrice
Paula Hawkins ha lavorato quindici anni come giornalista prima di dedicarsi alla scrittura. La ragazza del treno è il suo primo thriller. Venduto agli editori di tutto il mondo prima ancora dell’uscita, è stato opzionato da Dreamworks.

Sito Ufficiale dell'autrice: http://paulahawkinsbooks.com/

2 commenti:

  1. Pure a me è piaciuto, però sinceramente mi aspettavo di più da questo libro.

    RispondiElimina
  2. Anch'io ho letto questo libro, se ti interessa questa è la recensione che ho fatto io: http://ariel89.over-blog.com/2015/10/la-ragazza-del-treno.html.
    Come te sono rimasta incollata alle pagine fino alla fine, anche se, nel complesso mi aspettavo di meglio, considerato anche l'enorme successo del romanzo.

    RispondiElimina

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.