1 2 3 4 5

giovedì 14 agosto 2014

Recensione: Per un Giorno d'Amore di Gayle Forman

Ringrazio tantissimo la casa editrice Mondadori per avermi inviato una copia del romanzo per un'onesta recensione. Di nuovo grazie mille!

Per un Giorno d'Amore di Gayle Forman

Titolo: Per un Giorno d'Amore
Titolo originale: Just One Day
Autrice: Gayle Forman
Serie: Just One Day #1
Editore: Mondadori
Pubblicato: 28/01/2014
Letto in cartaceo
Scheda su Goodreads & Anobii

Finite le superiori, Allyson parte dalla Pennsylvania per un tour in Europa, insieme alla migliore amica Melanie.
Non sa ancora che l'amore, quello che fa perdere la testa e sconvolge ogni sicurezza, diventerà il suo compagno di viaggio. A Stratford-upon-Avon, il paese di Shakespeare, conosce infatti Willem, affascinante ragazzo olandese, che recita in una rappresentazione underground della Dodicesima notte. Fra i due scocca la scintilla- e Willem propone ad Allyson di seguirlo a Parigi per trascorrere un giorno e una notte insieme. Lei, per la prima volta nella sua vita, decide di seguire l'istinto e provare, finalmente, a scoprire un'altra se stessa.
Ma il mattino dopo si ritrova sola. Willem è scomparso. Che fine ha fatto? Era amore o l'ennesima illusione sul palcoscenico della vita?


Ho appena finito di leggere l’opera di Gayle Forman e non so sinceramente cosa pensare. Per quanto possa riflettere non riesco infatti a capire quali emozioni mi abbia trasmesso.
L’impressione che ho avuto man mano che leggevo era che il titolo aveva una parte mancante: “Per un giorno d’Amore … devi patire il resto dell’anno” o una cosa del genere perché è esattamente quello che accade alla protagonista del libro: Allyson per essersi permessa una giornata piena di emozioni a Parigi.

Allyson è una ragazza americana, timida, sempre timorosa e che deve avere sempre tutto sotto controllo. Finite le superiori i suoi genitori le regalano una gita organizzata in Europa in cui mostra fin da subito la sua indole di “brava ragazza” tranquilla e per niente incline a ubriacarsi. Pochi giorni prima del rientro a casa nella sua vita irrompe Willem, un affascinante ragazzo olandese che le propone di trascorrere una giornata a Parigi in sua compagnia. Allyson, senza mai rivelare il suo vero nome, accetta di getto e parte assieme a Willem alla volta della capitale francese piena di aspettativa, eccitazione, ma anche di timore.
Allyson diventa allora Lulù, un alter-ego meno timido e timoroso e dall’animo più avventuriero. La giornata
che trascorrono insieme è davvero intensa … oserei paragonarla a una via piena di luci scintillanti, ma la mattina seguente le strade che erano apparse colme di attrattive si mostrano per ciò che realmente sono. Allyson si risveglia il mattino seguente da sola e, com’è prevedibile, entra subito nel panico.
Ora non sto qua a parlarvi nei dettagli perché se no vi toglierei la voglia di leggere il romanzo …

“Ho la sensazione che tutta la giornata sia stata una continua scossa elettrica, con gli elettrodi attaccati direttamente al mio cuore, che mi ha strappato a un torpore lungo una vita di cui non sapevo neppure di essere preda.”

La storia si divide in due parti, ognuna delle quali segue il punto di vista della protagonista. La prima “Un giorno” è dedicata alla giornata trascorsa a Parigi assieme a Willem e a come si è arrivati alla capitale francese. Emozioni a fior di pelle, sospiri sussurrati fanno da cornice a una città già di per sé stupenda che culla Lulù e Willem e che accende la miccia dei sentimenti di Allyson.

“Volevo che sapesse che, se si fosse sentito solo al mondo… in quel mondo c’ero anch’io”

Dopo aver vissuto quella magnifica giornata tuttavia Lulù torna ad essere Allyson e cade in un baratro, sa poco o nulla di Willem e perciò non sa dove può trovarlo. La seconda parte “Un anno” si apre con la ragazza all’università, che non riesce a rimanere concentrata sullo studio e che si isola dal mondo. Come vi dicevo all’inizio Allyson per essersi concessa un giorno di follia soffre per le restanti giornate dell’anno. Ha vissuto nell’ebrezza, ha sfiorato una libertà che non aveva mai vissuto, provato sensazioni che non aveva mai palpato e adesso … non riesce a tornare alla vita di prima.

“Quella giornata mi ha fatto capire che per tutta la vita ho vissuto in una stanzetta quadrata, senza porte e finestre. Mi ci trovavo bene. Ero addirittura felice. O così pensavo. Poi, qualcuno è arrivato e mi ha mostrato che nella stanza c’era una porta, una porta che non avevo mai notato prima. L’ha aperta per me. Mi ha tenuto per mano mentre uscivo. E, per una giornata perfetta, mi sono trovata dall’altra parte. Da un’altra parte. Sono stata un’altra. Poi lui è sparito e io mi sono sentita ricacciata nella mia stanzetta. E ora, per quanti sforzi faccia, non trovo più la porta.”

La storia in sé non mi è dispiaciuta … non mi è dispiaciuta affatto, anche se la parte romance, lo dice sinceramente, non mi ha emozionato per niente. Bellissime le parole pronunciate da entrambi, ma non mi sono sentita rapita, non sono stata mossa da quella voglia incessante di vedere i due riuniti.
La cosa che ho apprezzato di più invece devo dire che è stato lo stile dell’autrice … nonostante la storia tra Allyson/Lulù e Willem non mi abbia dato il batticuore Gayle Forman è riuscita a tenermi incollata alle pagine del libro e tra una citazione di Shakespeare e l’altra mi sono davvero bevuta il romanzo in un lungo sorso.
In conclusione: la storia è carina, ma se ne trovano anche di migliori in giro… Ma è scritta davvero molto bene!


Just One Day Series

1. Just One Day, 2013  /  Per un Giorno d'Amore, 2014
2. Just one Year, 2013  /  Per un Anno d'Amore, 2014
2,5. Just one Night, 2014

L'autrice
Gayle Forman Giornalista freelance, si occupa da sempre di giovani e tematiche giovanilistiche.
Con il marito Nick ha compiuto un viaggio intorno al mondo, grazie al quale ha raccolto un patrimonio di esperienze e informazioni che sono confluiti nei suoi libri. Ha vinto, fra gli altri, il prestigioso premio NAIBA Book of the Year Awards e l'Indie Choice Honor Award.
La scrittrice vive a Brooklyn con il marito e due figlie, di cui una adottiva.
Il suo precedente romanzo Resta anche domani diventerà presto un film.

Sito ufficiale dell'autrice: http://gayleforman.com/

1 commento:

  1. In fondo tutte le grandi storie d'amore sono travolgenti, tormentate e amare...

    RispondiElimina

Design by Evie Seo. Powered by Blogger.